Fondazione Manni

 

 

Fondazione Francesco Manni Maranello

Erogate 6 borse di studio a studenti meritevoli

La Fondazione Francesco Manni è stata costituita per adempiere alle volontà testamentarie del cittadino di Maranello di cui porta il nome, deceduto nel 2011.

Francesco Manni fu persona molto conosciuta per le sue attività pubbliche, ma soprattutto benvoluta dai parrocchiani per le importanti opere benefiche da lui finanziate, fra le altre la casa delle suore e l’oratorio parrocchiale. Alla sua morte, in assenza di eredi legittimi, volle che il suo patrimonio fosse amministrato da una fondazione che portasse il suo nome e che i proventi fossero destinati ancora ad opere benefiche. Cristiano osservante, come da tradizione familiare e legato alla nostra città volle che ad amministrare la sua fondazione si dedicassero il parroco, un rappresentante della Curia locale e uno della congregazione dei Salesiani, oltre al Sindaco e a un rappresentante della università d Modena e Reggio.

Nell’anno in corso la Fondazione ha bandito alcune borse di studio di importo variabile  per studenti meritevoli che verranno consegnate nel mese di dicembre a un allievo della Pontificia Università Salesiana di Roma e a 5 della Università di Modena e Reggio, a fronte di 63 domande aventi le caratteristiche previste dai bandi. Di seguito i nomi dei vincitori

Berliocchi Virginia di Città di Castello € 4.000

Borghi Alex di Modena € 2.000

Falope Federico Oyedeji di Modena € 2.000

Morrone Giovanni di Serramazzoni € 1.333

Bassi Giulia di Modena € 1.333,

Berselli Alessandro di Modena € 1.333

Maranello 1.12.2017

Verbale riunione

Oggi 23 novembre 2017, presso i locali della Fondazione San Carlo a Modena, è riunita la commissione per l’esame delle domande di borse di studio bandite dalla Fondazione Francesco Manni a favore di studenti universitari e laureati meritevoli, conformemente alle disposizioni testamentarie del defunto Manni Francesco.

Sono presenti i membri della commissione signori:

William Canalini

Massimo Jasonni

Giorgio Serafini

Matteo Al Kalak

Alessandra Zanni Nadini

La commissione nomina presidente                                che chiama a fungere da segretario William Canalini                                                                   Alessandra Zanni Nadini

Vengono congiuntamente esaminate n°         62    domande così suddivise:

  • 28 studenti Università pontificia salesiana

Dopo analisi delle domande e ampia discussione, la commissione all’unanimità decreta vincitrice Berliocchi Virginia, che risulta in possesso di tutti i requisiti previsti dal bando e iscritta in corso nel corso di studi in Pedagogia sociale dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, presenta una votazione media di 29,94/30esimi, con totale n. 34 esami superati di cui 18 lodi,

  • 22 studenti Unimore

La commissione, dopo ampia e dettagliata analisi di tutte le domande, ne ha enucleate tre meritevoli di particolare considerazione e difficilmente distingubili tra loro nel valore del candidato; si tratta delle domande di Bassi Giulia, Morrone Giovanni e Berselli Alessandro, che presentano corsi di studio di analoga eccellenza, tutti contraddistinti dlla media aritmetica di 30/30esimi e tutt accompagnati da una encomiabile presenza di lodi. Per queste ragioni, ritenendosi giusto e corretto non andare a discriminare le posizioni, decide che debbano essere premiate ex-aequo le tre posizioni, per le ragioni sopra esposte, con un assegno di pari entità di 1.333,00 €.

  • 12 Laureati Unimore

La commissione ha apprezzato il curriculm di eccellenza della candidata Bassi Giulia, peraltro già vincitrice della borsa di studio per studenti Unimore, ma lo svolgimento dell’attività di ricerca non ricade nell’arco temporale previsto dal presente bando.

Poichè due candidati risultano noti a due commissari, la commissione sceglie di valutare i due, Borghi Alex  e Falope Federico Oyedeji in coda alle altre canditdature; in quel momento i due commissari Massimo Jasonni e Giorgio Serafini escono dalla sala.

I membri  della commissione, valutate con attenzione tutte le domande, stabilisce di attribuire ex-aequo due borse di studio di pari entità, 2.000,00 €, ai candidati Falope Borghi Alex e Falope Federico Oyedeji, ricercatori in Unimore con pubblicazioni numerose e su riviste di indiscusso spessore, anche a livello internazionale, ed entrambi riconosciuti da Unimore quali miglior tesi dell’anno per l’anno accademico di riferimento.

La seduta si conclude alle ore 19:00.

 

Modena, lì 23/11/2017                                         Firmato la commissione

William Canalini

Massimo Jasonni

Giorgio Serafini

Matteo Al Kalak

Alessandra Zanni Nadini

n.b. E’ stata esaminata in via telematica una domanda pervenuta tardivamente, ma nei termini da parte di Laura Andrea Schio, non risultata vincente