Confessioni

Sacramento della riconciliazione

E’ importante, di tanto in tanto, celebrare il sacramento della riconciliazione che è anzitutto manifestazione del nostro amore per il Signore e per i fratelli.

 

Quando?

  • Nei giorni feriali immediatamente dopo la S Messa circa alle ore 8.00 – in cappellina
  • Nei giorni d’ufficio Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 – in ufficio (verificare nel calendario del sito per alle volte il parroco è assente per impegni diocesani)
  • Venerdì mattina fra le ore 10.00 e le ore 11.00 solitamente c’è un sacerdote – in Chiesa
  • Sabato mattina o pomeriggio SOLO su appuntamento – in ufficio
  • Durante liturgie penitenziali comunitarie – in chiesa vedere avvisi
  • Nel pomeriggio o di sera su appuntamento – prendere appuntamento con il parroco o passando tramite la segreteria per informazioni. Chiamare anche a domicilio per le persone ammalate!
  • Il Sabato verso le ore 18.00 o la Domenica alle 9.30.
  • Nelle vicinanze di Maranello è possibile trovare un sacerdote disponibile, oltre che in tutte le parrocchie a seconda dei loro orari, al Santuario di Fiorano o al Santuario di Puianello.

Natale e Pasqua !!

  • La tradizione ha diffuso la “voce” corretta nell’intento, ma discutibile nel risultato di “confessarsi  almeno a Natale e Pasqua”. Ottimo suggerimento per chi rischia di non confessarsi mai. Si corre il rischio, chi scrive vorrebbe evitarlo, che il 24 Dicembre (vigilia di Natale) e il Venerdì o il Sabato Santo (vigilia di Pasqua) le persone si mettano in fila con fretta davanti al confessionale, magari cercando di “superare chi è arrivato prima” o “imprecando conto il sacerdote perché “ci mette troppo” o perché dopo 6 – 8 ore dice che non può più rimanere perché deve celebrare”. Confessarsi per prepararsi al S Natale è ottima e doverosa cosa, ma è bene a) vedere gli orari b) armarsi di pazienza c) non aspettare sempre all’ultimo.
  • Nei periodi di Natale e di Pasqua, in occasione delle Prime Confessioni, delle Cresime, delle Prime Comunioni ed in altri momenti particolari potete vedere in chiesa gli orari esposti in cui il parroco ed altri sacerdoti invitati sono maggiormente disponibili.

ATTENZIONE ATTENZIONE … aiutiamoci ad aiutare …

  • Vi è mai capitato fuori dal confessionale di dire: “questo prete è troppo lungo quando la finisce”?
  • Vi è mai capitato andandovi a confessare di voler spiegare la vostra situazione al sacerdote e di pensare “questo sacerdote è troppo sbrigativo e non mi vuole ascoltare”?

Vita dura per i poveri sacerdoti, esseri umani e imperfetti che, stretti fra due fuochi, cercano una mediazione.

  • Il suggerimento per chi, in fila, aspetta il sacerdote è quello di dire: “aspetto pazientemente offrendo al Signore questo tempo come sacrificio e pregando.
  • Il suggerimento per chi è già davanti al sacerdote se desidera dialogare un po’ di più chiedere: “quando potrei tornare? Posso prendere un appuntamento per spiegare un po’ la mia situazione e chiedere consigli e preghiera?”