Comunicazione di don Paolo 19-01-2020

Carissimi parrocchiani per non “dilungarmi” questa domenica con gli avvisi, come alcuni di voi, alle volte, mi fanno presente, ho pensato di scrivere queste due righe da distribuire … prendetele come appunti detti (scritti) a braccio e quindi perdonatemi se c’è qualche errore o imprecisione …

  1. GRAZIE – grazie a tutti quelli che, in occasione delle feste di Natale, hanno collaborato per il nostro cammino comunitario: grazie per che ha pulito la chiesa, per i presepi fatti un po’ dovunque, per il coro ed ogni cantore, musicista e ministro, grazie per chi ha preparato momenti di preghiera, per chi ha animato le veglie e l’epifania vivente, grazie per la segreteria e gli operatori della caritas, grazie per chi ha organizzato la cena di capodanno, grazie a tutte le famiglie cristiane che, con la loro gioiosa presenza, sono state accoglienti e di esempio. Grazie davvero di tutto.
  2. PREGHIAMO chiedo preghiere per alcune situazioni delicate che stanno vivendo alcune famiglie della nostra parrocchia: per ovvi motivi non posso descrivervele, ma, non vi nascondo, hanno in questo inizio anno 2020 tanta parte delle mie preoccupazioni, del mio cuore, delle mie preghiere.
  3. BENEDIZIONE CASE – inizieremo la settimana prossima la “benedizione delle case” che sapete essere, in realtà, la VISITA ALLE FAMIGLIE perché i muri non hanno bisogno di visita. Sono le persone che necessitano di essere incontrate. Passerò aiutato da Don Isacco, dal diacono Giuseppe e dagli accoliti. La segreteria ha diviso le vie e le giornate e contiamo di passare da tutti entro fine Aprile (serviranno poco più di tre mesi). Ricevere un avviso nella posta qualche giorno prima con un orario indicativo dalle 17.30 alle 20.00, fate il possibile in quel giorno per farvi trovare è SOLO un giorno all’anno sarebbe bellissimo trovarvi riuniti in casa per recitare assieme una preghiera non vi chiediamo più di due minuti, ma è un segno importante di accoglienza, condivisione, disponibilità. Non è un impegno piccolo visitare circa 4500 case, alle volte potrebbe trasparire, in noi, anche un po’ di stanchezza fisica, ma vi assicuro tanta gioia e desiderio di un incontro personale nella fede del Signore. Tante case sono anche abitate da giovani operai soli, sarebbe bello essere accolti.
  4. OFFERTE – La nostra Parrocchia al momento non ha debiti, ma vi chiedo di essere generosi e di non dimenticare le varie necessità. Non vi nascondo che le offerte negli ultimi anni sono un po’ diminuite: i soldi che date non sono per me o per don Isacco (per aiutare noi e le chiese più povere vi chiedo di mettere la firma nell’8%1000 alla chiesa cattolica, non è una tassa in più ma la scelta che voi fate per un importo comunque dovuto). Vi chiedo di essere generosi offrendo qualcosa la Domenica, in occasione dei sacramenti e delle benedizioni delle famiglie o in altre circostanze. In Oratorio abbiamo sistemato varie cose con i soldi che avevamo come circolo ANSPI e raccolti da iniziative estive. Adesso dovremmo fare lavori importanti nel nostro campanile ed, in seguito, nelle chiese (di Maranello e di Fogliano): portone, tinteggiatura, antisismica, pavimento, audio e tanto altro. Solo quando avremo i soldi. Ci tengo a precisare che benediciamo una casa, confessiamo o battezziamo gratis, NON a pagamento! Ciò non toglie che, in modo discreto, un aiuto mi sento di chiedervelo: ecco il significato delle “buste” che vengono distribuite. Riscaldamento, luce e tutto il resto viene pagato solo con le offerte: la nostra parrocchia non ha nessuna proprietà, immobile od altro che dia un rendimento fisso.
  5. GIOVANI FAMIGLIE – Sabato prossimo faremo un piccolo ritiro con le giovani famiglie e fra due settimane cominceremo, dopo tanti anni, anche a Maranello un cammino per fidanzati e la proposta per un cammino cristiano che porti al matrimonio. La famiglia è il motore di ogni comunità e non vi nascondo che camminare con i fidanzati e con le giovani famiglie e pregare perché siano feconde, aperte alla vita, generose nei figli è la più grande gioia e ricchezza che possiamo domandare al Signore.
  6. PULIZIA CHIESAgrazie per tutti quelli che stanno già collaborando nelle pulizie (oratorio, stanze, saloni, cortili, uffici). Faccio un accorato appello perché qualche persona possa rendersi disponibile per la pulizia della chiesa. Le signore che c’erano fino a pochi giorni fa si sono dovute arrendere all’età: la più giovane aveva 84 anni. Non sembra, ma se la Chiesa non è pulita spesso: ragnatele, polvere, sporcizia si accumulano in poco tempo. Davvero vi chiedo un aiuto grande perché siamo in difficoltà.
  7. CATECHISMO – grazie a tutti i catechisti. Anche in quest’ambito mi tocca chiedere un aiuto speciale perché siamo in difficoltà in alcuni gruppi di catechismo: alcune persone per giustificati impegni lavorativi sopraggiunti o problemi famigliari (salute) non possono più garantire una presenza costante. Un tempo si potevano gestire 20 bambini con un catechista, adesso uno da solo non riesce a “tenerne” 10. Sono cambiate tante cose, ma non vogliamo perderci in analisi sociologiche. Chiedo un urgente AIUTO.
  8. ORATORIO – rinnovo l’invito a tutti ed in particolare alle famiglie con i bambini delle elementari a frequentare il nostro Oratorio: non è un obbligo, ma potrebbe essere un servizio ed un dono a voi utileAnche se il tempo sembra sempre poco, rinnovo la mia povera disponibilità ad incontrarvi personalmente in ufficio e a casa per condividere il cammino. Ringrazio per il sostegno che molti di voi mi fanno sentire e ci ritroveremo, se vorrete, nella festività di San Biagio.

Maranello 19-01-2020 Grazie di tutto, preghiamo a vicenda, Don Paolo.Ciao